Necropoli di Cappella

Necropoli di Cappella

Ai margini del centro urbano dell’antica Miseno, sull’asse viario che collegava il sito antico con Cuma e corrispondente all’attuale Via Cappella, toponimo che ricorda le camere sepolcrali, è la Necropoli in località Cappella.

Se ne conservano diversi nuclei, dei quali uno ancora visibile sul fronte dell’attuale Via Miliscola, già noti alla fine dell’800, al quale si sono aggiunti, in seguito a scavi recenti, altri monumenti funerari e tombe a fossa ricavate negli spazi intermedi, situati in un’area più interna.

Il settore visitabile è composto da una serie dicolombari disposti in una quinta architettonica ubicati lungo il margine della strada. I monumenti sono riconducibili a due tipologie diverse: a camera ipogea collettiva con loculi per la deposizione delle ceneri e a camera collettiva per la deposizione di inumati, oltre a numerose tombe a fossa ricavate nello spazio intermedio fra i monumenti.

L’arco cronologico documentato dalle sepolture si estende dagIi inizi del I a.C. fino alla prima metà del V secolo.I monumenti conservano parte della loro decorazione pittorica, consistente in affreschi sulle volte e nei loculi; fra questi particolare menzione meritano le raffigurazioninel tondo inscritti in una decorazione a tappeto con bande in giallo e rosso – Seleneinquadrata da simboli magicie una figura femminile, forse una menade danzante–  che conservano un’estrema accuratezza del dettaglio ed un eleganza del disegno.

I resti della Necropoli, rimasti da sempre in vista, alimentarono la fantasia dei viaggiatori eruditi del ‘700 che impropriamente collocavano in questa zona un circo romano per la celebrazione dei giochi e delle corse dei cavalli,probabilmente sviati dalla localizzazione di una sorta di obelisco, ampiamente raffigurato in stampe dell’epoca,e piuttosto riferibile ai monumenti funerari. Solo successivamente, la zona è stata riconosciuta come una necropoli con tombe monumentali.

Negli interventi di scavo, sia recenti che passati, sono state trovate epigrafi che non solo ricordano la presenza della flotta misenate in questa zona, ma forniscono tantissime informazioni sui marinai stessi e sull’organizzazione della flotta.

 

COME ARRIVARE

In auto: Tangenziale di Napoli - uscita Pozzuoli/Arco Felice direzione Bacoli.
Trasporti pubblici:
Da Napoli Montesanto Linea EAV Ferrovia Cumana (fermata Fusaro) + autobus EAV direzione Torregaveta (fermata Viale Olimpico).

per gli orari, consultare i siti:

Info e costi

TEMPORANEAMENTE CHIUSO